ASPROFLOR IN FESTA, FORMAZIONE E PRESENTAZIONE GUIDA COMUNI FIORITI 2018

A Torino due giorni ricchi di eventi
nel mondo del Florovivaismo:
Domenica 25 Febbraio 2018
In una Domenica glaciale e sotto una fitta nevicata si sono radunati i florovivaisti piemontesi per una giornata di festa e ricordo.
Accolti da due bellissime composizioni di tulipani gialli e rossi posti all’ingresso della Basilica di Superga, avvolta da una fittissima nebbia, i floricoltori hanno ricordato i loro cari nella messa. Un’esplosione di tulipani, violaciocche, ginestre bianche e limonium ha incorniciato il bellissimo altare per ricordare i frutti del lavoro quotidiano. A seguire presso il salone comunale polivalente di BRIC PALUC a Baldissero Torinese c’e’ stato il pranzo conviviale durante il quale ASPROFLOR e il MIF (mercato ingrosso fiori di Torino) hanno premiato i floricoltori veterani piemontesi. Hanno ricevuto il riconoscimento i sig. Antonio Dal Santo classe 1935 (BI), Gorna Piergiorgio classe 1942 (CN), Enzo Sibilia classe 1937 (TO), Franco Soria classe 1940 (TO), Sergio Stella classe 1936 (TO), Az. Floricola Panetto anno fondazione 1880 (TO), Bruno Roberto Zanellati classe 1931 (VC), Luigi Ratti classe 1947 (VB). Ottimo il catering e l’organizzazione della giornata curata dall’azienda florovivaista di San Mauro T.se Gilardi Lorenzo, sono intervenuti l’Assessore regionale all’agricoltura Giorgio Ferrero, il vice sindaco di Baldissero Torinese Paola Chiesa l’assessore al verde pubblico del Comune di San Mauro Torinese Licia Nigrogno, il pres. di Asproflor Renzo Marconi, il pres. del MIF Emilio Fugazzi, il pres. regionale della CIA Piemontese Gabriele Carenini.
Lunedi 26 febbraio si è tenuto il corso di aggiornamento professionale al MIF Mercato Ingrosso Fiori di Torino con il tema “Gestione ecosostenibile delle serre urbane e florovivaistiche“, organizzato da Asproflor Associazione Produttori Florovivaisti in collaborazione con il MIF.
Dopo il saluto del presidente del MIF Emilio Fugazzi e del presidente di Asproflor Renzo Marconi è intervenuta Paola Gotta del Servizio Fitosanitario della Regione Piemonte a riferire sulla lotta obbligatoria contro la Popillia japonica ed Anoplophora chinensis.
La ditta MaximOne di Alex Mutu, specializzata nella realizzazione di “serre della 5° generazione“ con controllo climatico automatizzato, ha ribadito che il futuro del florovivaismo italiano sta nell’automazione delle serre per diventare e rimanere competitivo non solo a livello europeo ma anche internazionale. È stato illustrato come esempio che la produzione di pomodori in Italia è calata rispetto ad altri paesi come l’Olanda, Belgio, Spagna e Portogallo dove la produzione di pomodori è incrementata, grazie anche all’utilizzo di tecnologie innovative e costi di produzione più bassi.
La lotta contro vari parassiti in serra come il tripide, il ragnetto rosso e la mosca bianca e tanti altri si può effettuare grazie all’impiego di antagonisti naturali tipo insetti predatori, nematodi, funghi e batteri, secondo Matia Canalis della ditta Bioplanet con una efficacia elevata. Per garantire il successo occorre però rispettare i fattori climatici favorevoli per lo sviluppo degli antagonisti e applicare tutti i criteri indispensabili di una sana coltivazione all’interno della serra.
Mentre Stefano Signorini della ditta ALTEA ha dimostrato come le micorrize, che sono microfunghi, possono aiutare la pianta a crescere in modo più sano e vigoroso. Un fungo particolarmente utilizzato per la difesa dell’apparato radicale di una pianta e’ il Trichoderma sp. funghi antagonisti che attaccano altri funghi dannosi presenti nella terra e che sono in grado di colonizzare rapidamente l’ambiente rendendolo inospitale.
Mariangela Casa della ditta Agritex ha presentato il Bonus Verde e come può essere applicato, oltre a informare su nuove normative fiscali e tributarie.
La mattina è terminata con un dibattito sulle varie normative e sul Bonus Verde.

Al pomeriggio del 26 febbraio Asproflor in collaborazione con UNCEM Unione Nazionale Comuni, Comunità ed Enti Montani, ha presentato la guida “Comuni fioriti 2018” nella sede di UNCEM a Torino.
Il presidente Renzo Marconi di Asproflor ha illustrato il contenuto della guida, da ogni singolo comune partecipante alle varie premiazioni, evidenziando che il numero dei comuni partecipanti al concorso è lievemente cresciuto (da 135 comuni nel 2016 a 150 comuni nel 2017).
Marco Bussone, il vice presidente di UNCEM, ha moderato questo incontro.
Erano presenti l’Assessore all’Agricoltura della Regione Piemonte, Giorgio Ferrero, e numerosi sindaci partecipanti al concorso di “Comuni Fioriti” nel 2017 come anche sindaci interessati al concorso.
Perché partecipare a “Comuni Fioriti“, è stato illustrato da Sergio Ferraro, Vicario di Asproflor, attraverso gli occhi di un presunto visitatore dal pianeta Marte che arriva per la prima volta in Italia: immagini di Città senza verde, senza fiori, rotonde e spartitraffico abbandonati a se stessi, aiuole con erba alta, alberi capitozzati. Ma anche esempi belli, di comuni virtuosi con tanto verde e ben curato, ovviamente tra i quali i comuni che partecipano al concorso.
Sono stati numerosi gli interventi di vari sindaci; in particolare del sindaco del Comune di Ingria candidato per il concorso europeo “Entente Florale” e del sindaco del Comune di Pomaretto, candidato per il concorso internazionale “Communities in Bloom”. L’ultimo con un appassionato appello a tutti i sindaci per iscriversi al concorso, illustrando il percorso del Comune di Pomaretto dal primo anno di partecipazione fino a oggi ed i vantaggi indiscutibili dell’accoglienza dell’ambiente più ospitale quando colorato e vivace.

Immagine dell'articolo: